Ile

Ilena amava molto provocarmi. Tornava a casa e mentre cominciavamo a stuzzicarci i corpi, parlava della sua compagnia di amici. Si eccitava a fantasticare su l’uno o l’altro, su l’altra o l’una, mentre leccava i miei capezzoli guardandomi negli occhi. Questo atteggiamento, premuroso e portentoso faceva molto bene alla mia erezione che, talvolta, necessitava di sfogo immediato. Però le volte in cui decidevo di godermi la sua fantasia erano le migliori. Lunghe e appaganti sessioni di parole e strusciamenti, leccate e fantasie, ricordi e cazzi in mano. Mi gioiva il cuore a vederla succhiarmi il cazzo, interrompendo di tanto in tanto per parlare di quanto le piaceva Ugo, di come stava ipotizzando di chiedergli di uscire, di come si sarebbe vestita per l’occasione. Ileana, infilandosi il mio cazzo nella calda e accogliente vagina, mi fissava negli occhi e mi diceva che sì, senza ombra di dubbio avrebbe portato Nicola al mare e lì, nella spiaggia estiva seminotturna, avrebbe esibito per lui le sue capacità fellatorie, sinceramente sopra la media delle mie conoscenze. Tale ipotesi riempiva di carica eccitante il mio membro spingente e il godimento arrivava sempre gradito e appagante per entrambi. Quando poi mi parlava delle varie Alexandra o Simona, non era da meno l’impetuoso scorrere del piacere tra le nostre lingue. Preferiva parlarmi delle amiche mentre assaggiavo il suo clitoride, le sue labbra dischiuse e sempre così saporite, mentre raggiungeva orgasmi continui, non so se per le sue idee o per la mia lingua vorace. Di certo, quando alla fantasia sostituiva il racconto di vita vissuta le cose cambiavano, passò per alcuni giorni dai ricordi della crescita sessuale di una ragazza vogliosa e le sue esperienze più significative, per poi soffermarsi sui racconti più recenti, antecedenti il nostro incontro: cambiavano in meglio perché sì, va bene la fantasia, ma la realtà, in talune occasioni la supera di gran lunga! Negli ultimi tempi della nostra intensa liaison, la splendida e focosa ragazza, affinò la tecnica del “ti faccio geloso così mi scopi più forte”. Cominciò, fumando una sigaretta con una mano, mentre con l’altra si masturbava davanti ai miei occhi curiosi e davanti alle mie mani piene di cazzo indurito all’estremo, a raccontarmi di come Piero avesse chiesto di poterla incontrare, di come lei aveva accettato. Mi chiedeva se si potesse fare, esigeva il mio benestare. Che otteneva con irrisoria facilità quando, a seguito di suoi orgasmi furiosi, si gettava lieve e delicata con la lingua sulla mia cappella in fin di esplosione. I giorni seguenti mi aggiornava distrattamente con telelgrafici sms sugli appuntamenti che cambiavano di continuo. Poi, subito dopo avermi chiesto di continuare sculacciarla a ritmo della scopata da dietro, organizzata per la festa del nostro anniversario, mi disse che era stato magnifico provocare quel Piero lì, il pomeriggio precedente al parco, facendosi sfiorare natiche e capezzoli per poi salutarlo con un ulteriore appuntamento. Il seguito me lo raccontò una settimanella buona dopo, nel bel mezzo di un maestoso e lubrificatissimo pompino reale rovesciato, spettacolare quanto rincoglionente per me: mi raccontò, con calma e precisione che il cazzo di Piero era lungo ma sottile, che però ne aveva apprezzato la durezza inattesa per una misura così notevole. Non mi soffermai a ribattere sulla paventata proporzionalità inversa tra misura e durezza perché non mi sembrava il caso, apprezzai però lo sforzo di dettaglio nella rendicontazione che fece, continuando imperterrita e ammirevole a succhiare il mio. Trovammo nella seguente scopata un orgasmo simbiotico indimenticabile, proprio nel momento in cui mi promise che mai avrebbe raccontato a Piero, Luca, Mario, Natalia e Stefania, dei giochi erotici con me. La sincerità ci univa.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...